Joppolo, ritorna l’incubo alluvione

Dopo appena poco più di due mesi l’incubo alluvione è tornato con tutta la sua potenza a farsi sentire nel piccolo capoluogo vibonese. La pioggia caduta ininterrottamente per oltre cinque ore durante la notte ha provocato un vero e proprio nubifragio. Tante le case allagate soprattutto quelle in località San Bruno Melia e nei pressi del lungomare, zona Torre. A far temere il peggio a sedici persone, di cui un anziano disabile, rimasti intrappolati nelle loro abitazioni per alcune ore, è stato il torrente Agnone il quale ricordiamo durante l’alluvione del 18 giugno aveva portato via il ponte del lungomare che porta in località Torre. I primi ad arrivare sul posto e aiutare i malcapitati, sono stati i Vigili del fuoco di Vibo Valentia che, grazie anche all’utilizzo di un gommone, hanno tratto in salvo senza nessuna conseguenza tutti i superstiti. Accanto ai Vigili del fuoco alcune squadre della Protezione Civile con idrovora e due squadre di Calabria Verde. L’amministrazione comunale ha subito messo in moto la macchina dei soccorsi, attraverso la procedura di somma urgenza ha chiesto l’intervento di mezzi meccanici per liberare le arterie principali e iniziare a mettere in sicurezza, ripristinando gli argini del torrente Agnone e La Morte, le abitazioni insistenti nei pressi dei corsi d’acqua. Nel pomeriggio, sul posto, è arrivato il Responsabile della Protezione civile regionale, Carlo Tansi, il quale ha fatto un sopralluogo nelle zone più colpite dal nubifragio. Durante il sopralluogo, Tansi, ha ricevuto la telefonata del Governatore Mario Oliverio, il quale ha annunciato la propria visita nelle zone colpite nella giornata di domani. Tante le frane e gli smottamenti che hanno causato l’interruzione della Sp n. 24 Joppolo stazione FS-Monteporo e della strada comunale che collega la frazione Oliveto al mare, tutt’ora chiuse al traffico. Anche il traffico ferroviario è andato in tilt con l’interruzione per tutta la giornata nel tratto Joppolo-Ricadi. Solo in tarda serata i treni che percorrono il tratto Lamezia Terme-Rosarno hanno ripreso a viaggiare regolarmente. Anche questa volta i danni, al momento non quantificabili, sono ingenti e creano, in alcune zone, non pochi disagi in quanto ci sono abitazioni senza acqua e in alcuni casi è saltata anche la rete fognaria. Rinviata anche la Sagra del tartufo gelato e della pasta Struncatura in programma per questa sera proprio sul lungomare.

Autore dell'articolo: Ambrogio Scaramozzino

Ambrogio Scaramozzino
Direttore responsabile del portale JoppoloInforma.it, è responsabile della pagina di Joppolo sul bimestrale "Informa" ed è collaboratore storico della testata "Quotidiano del Sud".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.